Lunedì 28 giugno 2021 dalle ore 19, al Cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio a Bologna, si terrà il terzo e ultimo incontro del ciclo “Chiara, cambia il clima a Bologna”, avviato lo scorso dicembre.

Dopo le prime due iniziative di approfondimento dedicate ai dati sulla neutralità climatica e alle metodologie partecipative utili a contrastare la crisi ecologica e climatica, il terzo evento pubblico “AGIRE per realizzare insieme un patto per il clima” sarà l’occasione per riflettere sugli obiettivi di tutela del clima e sulle opportunità e i rischi degli strumenti messi in campo a livello locale e nazionale.

Come realizzare, a partire dalla Dichiarazione di emergenza climatica ed ecologica, un patto tra istituzioni, sistema economico, realtà attive sul territorio e cittadini per promuovere la transizione verso la neutralità climatica e ripensare il rapporto tra uomo e natura? 

Ne parleremo con numerosi esperti ed esperte del panorama bolognese e nazionale. 

Interverranno: 

  • Valentina Orioli – Vice Sindaca, Comune di Bologna
  • Alessandro Rossi – Responsabile  Area energia, ambiente e sostenibilità, ANCI Emilia-Romagna
  • Matteo Mura – Direttore del Centro per la sostenibilità e i cambiamenti climatici, Bologna Business School – Università di Bologna
  • Simona Larghetti – Rete Emergenza Climatica e Ambientale dell’Emilia Romagna (RECA ER) 
  • Ferdinando Boero – Professore di Zoologia,’Università di Napoli Federico II; CNR-IAS; Stazione Zoologica Anton Dohrn
  • Gianluca De Fazio – Ricercatore in filosofia, Università di Bologna, Presidente Associazione Kashim
  • Gianluca D’agosta – Centro di Ricerca ENEA, Progetto GECO (Green Energy COmmunity)

L’evento è a ingresso libero con prenotazione obbligatoria fino a esaurimento dei posti e si svolge nel rispetto del distanziamento e delle normative anti-Covid. 

PRENOTA IL TUO POSTO

L’ingresso al Cortile Guido Fanti è consentito esclusivamente da via Ugo Bassi 2 ed è accessibile in carrozzina.

L’evento è ospitato dalla rassegna Cortile in Comune ed è promosso dal Comune di Bologna e curato dalla Fondazione per l’Innovazione Urbana in collaborazione con formicablu, con il sostegno della legge regionale Emilia-Romagna n. 15/2018.

Scrivi un commento

Un progetto di Fondazione Innovazione Urbana